CASE DI CURA VILLA DELLE TERME

La continuità assistenziale nel paziente complesso. Il ruolo della struttura post acuzie

La continuità assistenziale rappresenta un elemento cardine per garantire l’efficacia e l’efficienza dei percorsi clinici. Questi sono sempre più basati su una rete di servizi cui afferiscono la medicina territoriale, l’ospedale e le strutture cliniche e di assistenza post acuzie. Sono frequenti i contatti fra medicina primaria e ospedale che oggi vedono anche una strutturazione con la creazione delle AFT (Aggregazioni Funzionali Territoriali) e del Dipartimento di Cure Primarie.

Molto poco è stato fatto per integrare la fase acuta rappresentata dalle cure ospedaliere con quella post acuta che, nel nostro territorio, è tutta extraospedaliera e rappresentata dal privato convenzionato. L’epidemiologia del paziente ospedaliero – e non solo – con la crescita del peso della cronicità e le frequenti e severe riacutizzazioni, spesso con prolungate fasi di instabilità, oltre che le difficoltà del territorio nel farsi carico di situazioni complesse con pronta presa in carico, fanno sì che una importante quota di pazienti viene dimesso dall’ospedale e trasferito in strutture di degenza post acuta.

Appare quindi fondamentale rafforzare la rete di assistenza comprendendo ridefinendo il ruolo delle strutture post acuzie. Per questi motivi, giovedì 28 novembre, presso Villa delle Terme Falciani è stato organizzato un primo incontro fra il Dipartimento medico della AUSL Toscana Centro e la stessa struttura toscana con l’intento di permettere una reciproca conoscenza diretta fra i clinici, la conoscenza dell’organizzazione e delle attività della Casa di Cura e una disamina comune delle problematiche relative alla continuità in tutti i suoi aspetti con particolare attenzione per i pazienti complessi. Di fatto questo evento ha rappresentato un reale momento di condivisione e di confronto tra i professionisti ed è riuscito ad evidenziare e a chiarire molti aspetti inerenti responsabilità, competenze e procedure delle varie fasi del percorso di cura.


I servizi di Villa delle Terme

Quello della continuità assistenziale è un servizio specifico offerto nelle due strutture Villa delle Terme Presidio Falciani e Presidio Marconi, che sorgono nella bellissima Firenze in luoghi facilmente accessibili dai famigliari e in contesti di tranquillità e serenità. Entrambe le Case di Cura Villa delle Terme sono specializzate nella medicina geriatrica e riabilitativa, offrono servizi di assistenza e cura altamente qualificati con uno staff di medici, infermieri e operatori specializzati nella riabilitazione ortopedica e neurologica. Attività che vengono quotidianamente ottimizzate grazie alla conoscenza della storia clinica e socio familiare degli stessi. Particolare attenzione viene poi fornita alle attività di riabilitazione ambulatoriale e di ricovero. Il Presidio Marconi accoglie in regime di ricovero pazienti ortopedici, così come il Presidio Falciani, specializzato anche nell’assistenza di Pazienti Critici, GCA, SLA, Traumi Cranici.


Un punto di riferimento per il territorio

I servizi di riabilitazione ambulatoriale di Presidio Falciani e Presidio Marconi sono inoltre rivolti a pazienti affetti da patologie ortopediche, neurologiche e da disturbi del linguaggio. Attraverso queste attività, la nostra equipe di specialisti accompagna i Pazienti di Villa delle Terme in un processo di miglioramento fisico e mentale, per raggiungere il miglior stato possibile. Tali compiti sono supportati da un avanzato servizio di Terapia Fisica Strumentale, che si avvale, oltre che dei tradizionali metodi (ultrasuoni, tens, elettrostimolazione) anche di moderne apparecchiature quali Tecar Terapia, Vibra e simulazione computerizzata del passo (Erigo). Da anni le Case di Cura Villa delle Terme rappresentano anche un punto di riferimento per le attività e i trattamenti dedicati ai pazienti critici (High-Care), offrendo servizi di Lungodegenza, per il recupero delle migliori condizioni cliniche e funzionali.

Korian Academy: la salute passa dalla Formazione
Giornata Mondiale della sicurezza del paziente